Il Consiglio Nazionale Economia e Lavoro (CNEL) ha approvato il documento “Unire l’Europa per cambiarla”, un testo di 12 cartelle con analisi, dati e proposte. E’ suddiviso in sei capitoli: valori comuni, risultati e paure; i motivi della crisi e la strada per ripartire; un salto di qualità dell’economia e nella politica; sviluppo sostenibile e competitività; il Pilastro dei diritti sociali; democrazia e riforme istituzionali. Si conclude indicando le seguenti 10 priorità e proposte:

1)  Più investimenti e innovazione per un modello di sviluppo sostenibile. Monitoraggio europeo dei progressi verso il 2030;

2)   Aumentare gradualmente le risorse dell’Unione al 3% del PIL per progetti comuni sulle priorità economiche e sociali decise dal Parlamento europeo senza comportare aggravi a carico di lavoratori e imprese;

3)   Regia europea per politiche di sviluppo sostenibile: green economy, intelligenza artificiale, infrastrutture materiali e immateriali, economia sociale, agricoltura ecologica;

4)   Un social compact europeo: contrasto alle diseguaglianze e alle povertà, reddito minimo, indennità europea di disoccupazione, lotta al dumping contrattuale, gestione europea delle migrazioni;

5)   Un anno di Erasmus per tutti i giovani europei: studio, servizio civile, inserimento al lavoro;

6)   Piano europeo per la formazione continua e digitale;

7)   Avvio dell’armonizzazione fiscale e fiscalità comune per grandi progetti strategici;

8)   Accelerazione del processo di integrazione politica: elezione diretta del Parlamento europeo e attribuzione di pieni poteri legislativi al Parlamento stesso;

9)  Potenziamento del dialogo sociale e sostegno alla contrattazione collettiva europea;

10) Promozione di consultazioni dirette dei cittadini e riconoscimento ad essi del potere di petizione verso le istituzioni europee

Le elezioni del 23-26 maggio rappresentano un appuntamento fondamentale dal cui esito può dipendere il futuro della democrazia, dello sviluppo e del benessere di tutti i cittadini europei. Per questo è importante recarsi alle urne per mandare alle forze politiche un segnale chiaro: è tempo di unire l’Europa, per cambiarla.

In allegato vedi anche altri tre articoli pubblicati su Il Fatto Quotidiano:

  • sintesi dei programm Europei presentati dai partiti, tranne la Lega_Feltri
  • le liste alternative che sperano nel quorum_Cannavò
  • Gilet gialli il voto anti Macron sondaggio Le Europe_Di Micco

 

Allegato:
documento_cnel_sul_futuro_delleuropa_1.pdf
sintesi_dei_programma_per_eu_fq.pdf
sondaggio_in_francia_fq.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *