Non ci stiamo! Garbato o meno è il primo fermo “No” da parte di una gran parte delle forze politiche e sociali che sostengono il governo Monti. Sul merito e sul come si è chiuso il 20 marzo emergono col passare delle ore forti riserve e critiche. La Cgil ha deciso una vasta mobilitazione con assemblee e sciopero generale ( data da fissare), la Cisl in 24 ore ha modificato la sua valutazione ( un Bonanni oscillante) e ora  richiede anch’essa modifiche  per il licenziamenti individuali per motivi economici, la Uil ha sospeso fin da subito il giudizio sulle norme prospettate. la Ugl anch'essa ha posto riserve.

La Cei con monsignor Bregantini Presidente della commisione lavoro, prende le distanze dal dirigismo governativo con un'intervista rilasciata a Famiglia Cristiana. Vedi nell'articolo che segue.

Bersani punta i piedi con determinazione e lo dice “ai quattro venti”, costruisce una faticosa unità nel Pd pretendendo lealtà dal Governo Monti e non accetta un “prendere o lasciare”.

Il verbale che doveva concludere il confronto con le parti sociali non esiste ed il governo, nell'incontro conclusivo di giovedì 22 marzo,  rinvia di mettere nero su bianco la sua ipotesi annunciate verbalmente da Monti-Forneo, ribadendo che “ non torniamo indietro dalle linee annunciate” che preciseremo nella stesura definitiva in forma tale da scoraggiare “abusi di falsi motivi economici”.

Si prospetta una proposta di legge delega ( parte del centro-destra sollecita un decreto legge) da sottoporre al dibattito Parlamentare.

Sui gruppi parlamentari si orienterà ora la pressione sociale dei sindacati.

Il Pd annuncia integrazioni che configurino il modello tedesco anche per la parte relativa ai motivi economici ( è il giudice che deve decidere se reintegro o sanzione disciplinare a fronte di ingiustificati motivi economici).

La Cisl insiste per inserire nella procedura dei licenziamenti individuali economici una preventiva comunicazione alle Rsu, per le altre due tipologie (licenziamento discriminatorio e disciplinare, già sono previste nei contratti nazionali). Nelle ripetute  oscillazioni del Bonannipensiero (nelle interviste di questi giorni) si avverte quanto avviene nella  base della Cisl, influenzata per un verso dalla ferma critica (con ampia diffusione mediatica) di uno storico leader quale Pierre Carniti, per l’altro dalle dichiarazioni del Ministro Fornero che non esclude l’estensione della normativa in discussione anche al settore pubblico, dove in vero è in vigore lo Statuto dei Lavoratori in forza dell'art.51 della Legge 165/2001 ( vedi allegato). Sul quartier generale della Cisl pesa certamente anche la severa e critica intervista di Monsignor Bregantini. Certamente ha anche influito l'inusuale conclusione del confronto del 20 marzo “strozzato” ed “affrettato”.

I due mondi ( precari e stabilizzati) del mercato del lavoro non sono affatto superati rimangono con qualche nuova caratteristica; il pilastro della formazione per garantire la mobilità da posto a posto di lavoro ( mobilità e flessibilità “buona”) è rinviato alle Regioni ( a cui si continuano a tagliare risorse da parte del Governo). La “patacca” di miliardi per i nuovi ammortizzatori si è fermata a meno di quanto già assicurato dal Ministro Fornero in corso del negoziato ( 2 miliardi), ora è sceso a 1,7-1,8 miliardi) a fronte di una necessità di 4-5 miliardi rivendicati dalle parti sociali.

  • Per saperne di più su una parte di quanto sintetizzato apri i  11  allegati
  • Premi anche Crtl + clic per video-audio

 

» Ascolta la Conferenza Stampa di Susanna Camusso sullo stato del confronto per la riforma del mercato del lavoro .

 

http://www.la7.tv/richplayer/index.html?assetid=50257127

Puntata “L’infedele” condotta da G.Lerner di Lunedì 19 marzo 2012 con Pierre Carniti

 

http://www.la7.it/infedele/pvideo-stream?id=i527126

Lavoro flessibile, tecnici inflessibili

Allegato:
articolo_18_la_battaglia_per_cambiare_sardo.doc
cisl_un_due_e_tre_22-3-12.doc
i_diritti_non_sono_marmellata_romagnolli.doc
esecutivo_cisl_21-3-12.doc
intervista_a_bonanni_unita_del_23-2-12.pdf
intervista_a_pierre_carniti_22_3_12.pdf
odgdirettivo_cgil_21-3-12.pdf
art_18_e_pubblico_impiego.pdf
art_18_la_frenata_di_cisl_e_ugl_22-3-12.doc
critiche_da_cisl_uil_ugl.pdf
cosa_accadrebbe_se_marchetto.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *