Le vicende giudiziarie che hanno riguardato quasi tutte le Regioni e tutti i gruppi consiliari, definite dai media Rimborsopoli oppure Spese pazze, propongono alcuni interrogativi che debbono essere approfonditi. Nelle quindici pagine di motivazioni depositate dal gip Daniela Rispoli, che ha prosciolto nove consiglieri e assessori regionali del Piemonte, si legge "Si può certamente accogliere la conclusione per la quale sia configurabile il reato di peculato laddove sia dimostrato che taluno abbia utilizzato del denaro datogli in disponibilità, per fini che al momento basti dire pubblici, per fini invece palesemente personali. O che la giustificazione data alla richiesta di rimborso, come nel caso in cui sia allegata circostanza del tutto inveritiera, sia estranea in maniera eclatante ai compiti pubblici svolti". 

Evidente che la compromissione dell'immagine pubblica fa perdere in autorevolezza e permette all’interlocutore di banalizzare argomenti anche fondati, altrettanto ovvio che per umiliare le posizioni altrui sia utile enfatizzarne i vizi. Certo è che i "deputati" regionali hanno subito un ridimensionamento di immagine e di ruolo nei confronti dei deputati nazionali che, non scelti personalmente dagli elettori, continuano a godere della insindacabilità del loro operato anche per la gestione economica del gruppo e dei collaboratori.

I consiglieri regionali interessati erano : Eleonora Artesio (Rc) , Monica Cerutti (Sel) , Angela Motta (PD ), Davide Gariglio (PD), Aldo Reschigna (PD), Stefano Lepri (PD), Gianluca Vignale (all' epoca di Progett'azione ex PdL ), Gianpiero Leo (PdL), Comba (ex vicepresidente del Consiglio di centrodestra)

Per approfondire un argomento tanto complesso che ha diffuso il sospetto del “sono tutti ladri” alla stregua del “ di notte tutti i gatti sembrano bigi” alleghiamo primi articoli:

 Allegati

  • Rimborsi regionali  considerazioni della redazione di www.sindaclmente.org
  • Le motivazioni di assoluzione per 9 consiglieri  O.Giustetti_Repubblica 14-4-15
  • Per il giudice non c’è dolo  P.Italiano La Stampa 14-4-15
  • Spese pazze 2, assolti i nove consiglieri Cravero-Giustetti Repubblica  15-1-15

Allegato:
rimbosi_regionali_considerazioni_redazione.doc
le_motivazioni_della_sentenza_di_assoluzione_la_repubblica.doc
per_il_giudice_non_ce_dolo_la_stampa.doc
spese_pazze_2_assolti_i_nove_consiglieri_la_repubblica_15-1-15.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *