Istruzione. Alternanza scuola-lavoro: la propaganda, i fatti, le proposte. Le idee in campo della Federazione Lavoratori della Conoscenza (FLC) della Cgil su quello che potrebbe rappresentare un formidabile strumento di crescita.

Mai come in questo periodo si susseguono interventi e proposte sul tema del rapporto tra istruzione e mondo del lavoro. La grave crisi economica, che ormai da anni coinvolge il nostro paese e di cui non si vede all’orizzonte la conclusione, ha ulteriormente accresciuto l’interesse per questo particolare settore di intervento.

Persino il Jobs Act, recentemente approvato dal Parlamento, prevede che, nell’ambito di un testo organico semplificato delle discipline delle tipologie contrattuali e dei rapporti di lavoro, vi sia un capitolo dedicato al “rafforzamento degli strumenti per favorire l’alternanza tra scuola e lavoro”. La Flc Cgil ha da anni elaborato specifiche proposte sul tema che, se messe in atto, potrebbero contribuire a rilanciare l’alternanza quale formidabile strumento di crescita educativa dei nostri studenti. (…)

Così inizia l’articolo, su www.rassegna.it, di Luigi Rossi e Luigi Caramia.

Per continuare aprire l’allegato, per più informazione vedi anche il secondo allegato riguardante il diegno di legge che raddoppia le ore per l'alternanza scuol-lavoro.

 

Allegato:
alternanza_scuola_e_lavoro_proposte_flc-cgil.doc
raddoppia_lalternanza_scuola-lavoro_tucci_3-2-15.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *