Se la Commissione Affari Costituzionali ammette al voto segreto un certo numero di emendamenti al testo approvato in commissione, dovrebbe conseguentemente accettarne l'esito perlomeno su punti che non modificano l'impianto base concordato tra Pd-M5S-FI-Lega. Così non è stato, al primo voto segreto (su un punto marginale) è scoppiata la guerra tra i partiti che avevano sottoscritto il patto. Riportiamo il commento del giorno dopo di Michele Serra in L'Amaca. A seguire il nostro articolo che abbiamo pubblicato prima dell'incidente parlamentare.

Così Serra. Dopo quarant’anni che scrivo sui giornali, non sono capace di commentare la giornata di ieri in Parlamento. Non ho capito, nella gara tra i partiti a fottersi a vicenda (scusate l’ineleganza, ma è il termine giusto), chi è stato più abile; non ho capito a quale scopo è stato prodotto un così spettacolare sforzo per una nuova legge, teoricamente appoggiata dai quattro quinti dei deputati, per poi affossarla a partire da un emendamento sul Trentino-Alto Adige, con tutto il rispetto per il Trentino-Alto Adige; non ho capito perché i grillini hanno festeggiato il loro ingresso ufficiale nella politica politicante, sleali come i dorotei o come i centouno del Pd che pugnalarono Prodi alle spalle; non ho capito se il vecchio Berlusconi ha capito di contare meno del più anonimo dei suoi franchi tiratori; non ho capito che cosa si aspettava il Pd da una legge proporzionale che sbriciola il suo stesso Dna; insomma, non ho capito niente.

Di conseguenza, indico ufficialmente un concorso tra i lettori: ognuno, se non ha di meglio da fare, scriva la sua opinione sulla situazione politica dopo la giornata di ieri. Se, rileggendola, gli sembra che abbia un senso, può spedirla alla giuria selezionatrice del Pulitzer. Se, rileggendola, non ci capisce nulla, allora è nelle mie stesse condizioni.

Il nostro articolo antecedente l'incidente parlamentare.  Nuova legge elettorale. Modello tedesco solo a metà ma si si posso cambiare i regolamenti, anche rapidamente, ancora prima del voto. Il patto tra i quattro principali partiti (Pd, M5S, FI e Lega) per la nuova legge elettorale è un fatto nuovo, importante che avviene in parlamento. I principali:cambiamenti sono: proporzionale e soglia al 5%, un solo voto (collegio uninominale e lista proporzionale), prima il vincitore del collegio, alternanza di genere, stop alle pluricandidature (v.allegato). Il compromesso delineato è un modello tedesco dimezzato: manca la fiducia costruttiva, la fiducia individuale al premier, l’equilibrio tra collegi e lista è diverso, i parlamentari sono liberi di cambiare”casacca”. (v.allegato)

Il senatore Zanda, Pd, ha proposto sei modifiche al Regolamento, che in un paio di mesi il Parlamento volendo potrebbe approvare, prima del voto con la nuova legge. Migliorerebbe l’efficienza delle Camere riproponendo la centralità del Parlamento frenando così la degenerazione costituzionale di governare a colpi di fiducia e maxi-emendamenti. Anche la sfiducia costruttiva può essere inserita come norma di Regolamento al pari del freno ai “voltagabbana”. Vedi allegati e commento di Sabino Cassese.

Se anche il sindacato, unitariamente, facesse sentire la sua voce, se sostenesse la necessità di cambiare il Regolamento sarebbe un buon aiuto per fare meglio, per recuperare quanto finora lasciato indietro rispetto al modello tedesco così tanto citato. Sono norme che inciderebbero ben di più per un Parlamento democratico e funzionante delle tanto dibattute preferenze.

Per conoscere di più aprire gli allegati

  • Via tedesca? Soltanto a metà la legge elettorale non basta_S.Thaulero_ L’Avvenire
  • L'accordone a quattro regge_glossario_W.Marra_Il Fatto Quotidiano
  • Sei proposte di modifica al Regolamento_Zanda_affari costituzionali
  • Ridare ruolo al Parlamento_S.Cassase_Il Corriere della Sera
  • Camere funzionali_regolamento_ Montesquei_ Il Sole

Allegato:
via_tedesca_solo_a_meta_thaulero_avvenire.doc
laccordone_a_4_regge_marra_fq.pdf
sei_proposte_di_modifica_al_regolamento_zanda.doc
ridare_ruolo_al_parlamento_regolamento_zanda_cassese.doc
camere_funzionali_regolamento_montesquei_il_sole.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *