Succede di tutto e di più per la ex-Fiat. Accordi unitari sì per elezioni Rsl e accordi non unitari per quelle delle Rsa negli stabilimenti FCA (ex-Fiat) in Italia. A Melfi, dove hanno votato per il rinnovo dei 48 Rsa il 93% dei circa 5.900 dipendenti, la Uilm vince alla grande (18 rsa con il 37,6%), la Fim è soddisfatta (?!) del terzo posto (10 rsa ccon il 21,2%), la Fiom è stata ancora esclusa dalla competizione elettorale. Le schede bianche e nulle sono state 541.

Per le elezioni delle Rsa alla Maserati di Grugliasco la Commissione Nazionale dei Garanti ha dato ragione al ricorso della Fim per far votare anche i distaccati di Mirafiori, verso i quali c’era  un perentorio No della Uilm e degli altri sindacati firmatari degli accordi aziendali..

Riflettendo sulle dichiarazioni del Segretario Nazionale della Fim Federico Uliano (vedi allegato),  sul contenzioso Fim-Uilm (non nuovo a Torino) per Grugliasco, sull'articolo di Conquiste del Lavoro "Melfi, lancia la volata Fim" (allegato) è più che normale porsi la seguente domanda: che strane alleanze, che strane esclusioni?

Così pure è sempre più attuale interrogarsi, per ceracre strade unitarie alternative, sulle conseguenze di accordi sindacali aziendali (inediti per l’esperienza negoziale italiana) tra sindacati con l'aziendalsimo come fine strategico, o nella loro pratca quotidiana, e sindacati con un orizzonte più ampio, alla ricerca di una sintesi "glocal" – acronimo – tra il pensare globale e l'agire localmente. Sarebbe già un gran successo uscire dall'aziendalismo "sic et simpliciter"  sempre più avvolgente per potersi collegare al territorio.

Per saperne un pò di più aprite i SETTE  allegati

Allegato:
accordo_di_regolamentazione_elezione_rsl_fca-cnh_ind_-_3_febbraio_2015.pdf
rsa_voto_a_fca_melfi_5-2-15.pdf
fca-melfi-uliano-fim-cisl-soddisfatti-del-risultato.pdf
maserati-fim-cisl-passa-ricorso-su-voto-rsa.pdf
volantino_fiom_fca-cnh_-_4_febbraio_2015.pdf
melfi_lancia_la_volata_fim_cdl_6-2-15.pdf
sicurezza_accordo_in_fca_il_sole.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *